Del presente articolo è autore o curatore il dott. Rocco Panuccio, cultore di storia locale ed esperto in beni storico-artistici e culturali. Ogni riproduzione, anche parziale (citazione diretta), è vietata senza espressa autorizzazione ed ogni utilizzo di notizie (citazione indiretta) senza citarne la fonte costituisce condotta sleale e grave disonestà intellettuale.

La chiesa Matrice è la sede, sin dalla sua nascita, dell’unica Parrocchia scillese. La prima edificazione ha radici che risalgono agli albori del Cristianesimo. Più volte ricostruita a causa dei terremoti dei secoli scorsi, la struttura attuale è stata terminata rusticamente nel 1970 ed ornata artisticamente tra la fine degli anni ’90 e l’inizio dei 2000. Molto ampia, è suddivisa internamente in tre navate. La zona absidale è arricchita da grandi pannelli dipinti in stile bizantino che armoniosamente si associano ai non pochi pezzi marmorei di epoca barocca. Tra le molte opere custodite, le più importanti sono: la statua marmorea raffigurante l’Immacolata del XVI secolo; la statua dell’angelo genuflesso che le è posto accanto; il busto, anch’esso marmoreo, di San Pietro Apostolo di scuola del Bernini, poggiante su una base che presenta sulla faccia frontale lo stemma del casato Ruffo, entrambi sorretti da una colonna seicentesca con capitello corinzio; la Mensa Eucaristica composta da tre pannelli di marmi e pietre dure intarsiati, appartenuti all’antico convento dei Padri Osservanti

Origini
Storia Recente
Struttura Attuale
Santi Venerati
Opere Custodite
Curiosità

Galleria

Filtro titolo     Mostra # 
# Titolo articolo Autore Visite