Traduttore
Piano Pastorale

Vita della Comunità
424207_361653080524482_355858624437261_1141604_853943535_n.jpg
Accedi



mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterToday36
mod_vvisit_counterYesterday0
mod_vvisit_counterThis week36
mod_vvisit_counterLast week0
mod_vvisit_counterThis month36
mod_vvisit_counterLast month0
mod_vvisit_counterAll days500944

San Giovanni - Opere custodite

Il dipinto di San Giovanni

Del presente articolo è autore o curatore il dott. Rocco Panuccio, cultore di storia locale ed esperto in beni storico-artistici e culturali. Ogni riproduzione, anche parziale (citazione diretta), è vietata senza espressa autorizzazione ed ogni utilizzo di notizie (citazione indiretta) senza citarne la fonte costituisce condotta sleale e grave disonestà intellettuale. 

Sulla parete frontale sinistra è collocato un dipinto raffigurante San Giovanni Battista appartenuto al convento dei Cappuccini. Questo altpossiede una cornice lineare dipinta con la tecnica dell’argento meccato. L’opera ritrae San Giovanni a figura intera con il volto rivolto verso l’osservatore. In basso alta destra è ritratto l’Agnello con la testa rivolta verso l’alto. Il paesaggio altè roccioso e sullo sfondo si intravede un lembo di mare con una striscia di paesaggio collinare sull’altra sponda. San Giovanni indossa dei sandali legati con dei lacci di cuoio. Ha una veste a mezze maniche di pelle di pecora e, all’altezza del giro collo, si vede una sotto veste di colore verde. Un mantello altdi colore marrone avvolge il braccio sinistro. Con la mano sinistra regge una Croce, realizzata con due pezzi di canna intrecciati, con attaccata una striscia bianca sulla quale si legge l’iscrizione: “ECCE AGNUS DEI”. L’avambraccio altdestro è alzato e l’indice è rivolto verso l’alto. Infine il volto è raffigurato secondo i canoni iconografici classici ossia capelli lunghi, barba altincolta e sguardo profondo.

Ultimo aggiornamento ( Sabato 18 Novembre 2017 21:35 )

 

La Mensa eucaristica

Del presente articolo è autore o curatore il dott. Rocco Panuccio, cultore di storia locale ed esperto in beni storico-artistici e culturali. Ogni riproduzione, anche parziale (citazione diretta), è vietata senza espressa autorizzazione ed ogni utilizzo di notizie (citazione indiretta) senza citarne la fonte costituisce condotta sleale e grave disonestà intellettuale. 

Di grandi dimensioni funse in passato da altare maggiore. Dopo altle riforme conciliari venne collocata al centro della zona absidale ed utilizzata quindi come Mensa Eucaristica. L’opera è interamente in legno scolpito. Ai lati altquattro colonne tortili, due par lato, incastonano il paliotto. Questo, racchiuso all’interno di un riquadro, è composto altda una serie di bacchette intagliate che racchiudono al centro dell’opera un calice dorato sormontato dalla Santissima Eucarestia. Nel complesso altla Mensa, dipinta a marmo, colpisce, oltre che per le notevoli dimensioni, per la varietà di colori utilizzati.

Ultimo aggiornamento ( Sabato 18 Novembre 2017 21:35 )

 

L'Altare Maggiore

Del presente articolo è autore o curatore il dott. Rocco Panuccio, cultore di storia locale ed esperto in beni storico-artistici e culturali. Ogni riproduzione, anche parziale (citazione diretta), è vietata senza espressa autorizzazione ed ogni utilizzo di notizie (citazione indiretta) senza citarne la fonte costituisce condotta sleale e grave disonestà intellettuale. 

L’opera è interamente in legno. La mensa altha per paliotto un disegno geometrico in alto rilievo dipinto a marmo. La parte altsuperiore è occupata dalla pala d’altare. Questa è l’unica a Scilla che sia composta utilizzando due tecniche diverse: quella pittorica e quella scultorea. Al centro altè collocato un Crocifisso ligneo a tutto tondo che colpisce per l’espressività del volto e per il corpo che, completamente lacerato, rende l’idea della scena straziante che si stava vivendo. Ai lati, altvi sono due pannelli dipinti raffiguranti San Giovanni Evangelista e Maria Maddalena a sinistra, Maria Addolorata a destra. Il tutto altracchiuso all’interno di una nicchia composta da due semicolonne ai lati che sorreggono la parte alta decorata da una cornice traforata.

Ultimo aggiornamento ( Sabato 18 Novembre 2017 21:36 )

 


Chiese Aperte

    

Diocesi

Beni Culturali
Educat

Abstract

Donazioni

Banco Alimenti

Bibbia online

Santo oggi

 

Liturgia Ore

Calendario Lit
Liturgia oggi

Quiz Bibbia
Almanacco CEI

Bibbia Edu