Traduttore
Piano Pastorale

Vita della Comunità
301168_264842143548672_100000686642324_944079_1536146326_n.jpg
Accedi



mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterToday33
mod_vvisit_counterYesterday0
mod_vvisit_counterThis week33
mod_vvisit_counterLast week0
mod_vvisit_counterThis month33
mod_vvisit_counterLast month0
mod_vvisit_counterAll days500941

Centro Liturgia e Spiritualità

Arredamento liturgicoPredisporre tutto ciò che serve per la liturgia, compresi eventuali sussidi e l’arte floreale. Custodire e prendersi cura dei Vasi Sacri. Mantenere nella pulizia e nel giusto decoro gli ambienti liturgici e pastorali. L'arredamento della chiesa si ispiri a una nobile semplicità, piuttosto che al fasto. Nella scelta degli elementi per l'arredamento, si curi la verità delle cose e si tenda all'educazione dei fedeli e alla dignità di tutto il luogo sacro. Una conveniente disposizione della chiesa e dei suoi accessori, che rispondano opportunamente alle esigenze del nostro tempo, richiede che non si curino solo le cose più direttamente pertinenti alla celebrazione delle azioni sacre, ma che si preveda anche ciò che contribuisce alla comodità dei fedeli e che abitualmente si trova nei luoghi dove il popolo si raduna.
Servizio liturgico e animazione musicalePredisporre l’Azione liturgica e i suoi “protagonisti”: servizio ministranti, ministri della Comunione, Lettori, cantori, ecc… puntando al massimo coinvolgimento di tutta l’Assemblea liturgica, soggetto della Celebrazione. In particolare necessita coordinamento e armonizzazione delle diverse presenze ministeriali che interagiscono nelle celebrazioni: "La preparazione pratica di ogni celebrazione liturgica si faccia di comune intesa fra tutti coloro che sono interessati rispettivamente alla parte rituale, pastorale e musicale, sotto la direzione del rettore della chiesa, e sentito il parere dei fedeli per quelle cose che li riguardano direttamente" (Principi e norme per l’uso del Messale Romano [PNMR], n. 73). Inoltre, le diverse possibilità di realizzazione delle celebrazioni suscitano la necessità di compiere scelte coerenti ed efficaci per una buona e serena realizzazione dei momenti liturgici. Infatti in PNMR n.313 leggiamo: "Dal momento che è offerta un’ampia possibilità di scegliere le diverse parti della messa, è necessario che prima della celebrazione il diacono, il lettore, il salmista, il cantore, il commentatore, la schola, ognuno per la sua parte, sappiano bene quali testi spettano a ciascuno, in modo che nulla si lasci all’improvvisazione. L’armonica disposizione ed esecuzione dei riti contribuisce moltissimo a disporre lo spirito dei fedeli per la partecipazione all’Eucaristia.
Adorazione Eucaristica PerpetuaOrganizzare, promuovere e coordinare l’Adorazione Perpetua nelle proposte formative e organizzative, compresa l’adorazione del giovedì. L’Adorazione è l’atto più alto di una creatura umana nei confronti del suo Creatore, mettersi ai suoi piedi in atteggiamento di filiale ascolto e di lode, reverenza e accoglienza di tutto quanto proviene da Lui, nella consapevolezza che solo Lui basta e solo Lui conta. Chi adora pone al centro della sua attenzione e del suo cuore il Dio altissimo e creatore e Salvatore di tutto l’universo.
Pietà popolareOrganizzare e sviluppare i momenti di religiosità popolare. Bisogna comprendere linguaggio delle espressioni della pietà popolare, purificarlo e vivificarlo, per permettere alla vita di tanta gente semplice e disponibile di incontrare la fede. La festa patronale deve essere limpidamente sentita come uno dei momenti qualificanti la vita delle nostre comunità parrocchiali sotto il profilo culturale e sociale ed ecclesiale. Va perciò purificata da forme non autenticamente umane e cristiane e sottratta a scopi non limpidi e trasparenti. Gli stessi momenti di divertimento e di festa esterna devono essere in armonia con il sentire cristiano e gli insegnamenti del Vangelo. Devono evitarsi manifestazioni troppo costose e ogni forma di spreco e una quota significativa del danaro raccolto deve essere destinato a coloro che sono afflitti dalle ristrettezze della vita, in modo che questi si sentano accolti in quella gioia che nasce dalla condivisione.

Festa Patronale nella Solennita' della B.V. Maria SS. Immacolata

alt

Ultimo aggiornamento ( Lunedì 09 Dicembre 2013 15:16 )

 

Pellegrinaggio zona Bagnara-Scilla 2013 - Saluto del Vicario

alt

Eccellenza Rev.ma,

oggi la Zona Pastorale di Bagnara-Scilla è qui in pellegrinaggio per venerare la nostra patrona, la Vergine Madre della Consolazione. Ma quest’anno, ancor di più, il nostro convenire è una necessità del cuore che sentiamo profondamente nel ritrovarci intorno a lei, Padre Giuseppe, nostro nuovo Vescovo e Pastore. Da pochi giorni è qui con noi e già sentiamo di volerle bene, già sembra di conoscerci da molto più tempo.

La sua forte dimensione umana e il richiamo costante ai valori, la ricerca della relazione e dell’incontro fraterno nel rispetto di ciascuno, la sua parola diretta e vigorosa ci aiutano a “vivere nella fede del Figlio di Dio” e a tradurla nelle situazioni concrete della nostra esistenza, dove siamo chiamati ad annunciare con tutte le nostre forze la novità del Vangelo.

Le nostre Comunità sono animate da una nobile e antica fede, sincera ma che spesso privilegia la dimensione personale a quella comunitaria e dove il ritrovarsi fraternamente deve necessariamente superare lo scoglio delle divergenze e dei protagonismi. Sentiamo il bisogno di camminare assieme ma soprattutto di un maggiore slancio missionario; “uscire dal tempio”, come ci ha chiesto il recente Convegno Diocesano e come ci suggerisce l’esempio di papa Francesco, per incontrare l’uomo in situazione e soprattutto i tanti giovani che attendono un sorriso, un gesto di misericordia, una mano amica per non cadere nei tentacoli della criminalità, della droga, del gioco e per salvarsi da una “cultura dello scarto” che stritola i più deboli e gli indigenti, mentre le istituzioni e la politica in genere stentano a guidare i processi e ad assumere quel ruolo proprio capace di difendere la nostra identità e i nostri territori, di valorizzare le numerose risorse e creare sviluppo e occupazione.

In realtà, eccellenza, pur avvertendo l’esigenza di un sempre maggiore slancio, l’impegno verso la formazione, la prevenzione e la solidarietà non è mai mancato nella nostra zona pastorale e a questo proposito desideriamo ringraziarla per le parole che ci ha rivolto nella sua prima omelia, mettendo in evidenza “il lavoro incisivo e paziente di centinaia di sacerdoti sulla breccia”, l’eroico contributo, benché umile e discreto, con cui le nostre comunità cooperano a costruire la città dell’uomo, qualche volta nella sostanziale assenza di altre istituzioni o agenzie educative efficaci e credibili. Con franchezza, dunque, e senso di responsabilità le diciamo che tanto stiamo facendo ma che ancora tanto resta da fare.

Eccellenza, la mensa della Parola e dell’Eucaristia che condividiamo, ci aiutino a mantenere viva la speranza, quella speranza da cui lei ha sentito di dover iniziare, incoraggiando in ogni modo, soprattutto i giovani, a non demordere e chiedendo l’aiuto di tutti. Vogliamo prontamente accogliere il suo appello e rispondere con un’espressione tanto cara all’indimenticabile confratello Mons. Giuseppe Caruso: “a disposizione”! A disposizione per costruire una chiesa più coerente e incisiva, fermento di quel Regno che siamo chiamati ad annunciare andando contro corrente con il coraggio dei primi cristiani, grazie al quale – come lei ci ha ricordato –  si poterono affermare i grandi valori morali del primato della coscienza sul potere dello stato, della verità sulla politica, della libertà sul capriccio, dell’oggettività della verità e del bene sulla relatività dei valori.

A te o Madre, al tuo sguardo che riflette la consolazione di Cristo tuo Figlio, affidiamo le nostre comunità, fecondate dall’offerta silenziosa dei nostri ammalati e bisognose di consolazione e speranza. A te gridiamo: Consolazione per tutti, o Madre della Consolazione!

Il Vicario di Zona
Sac Francesco Cuzzocrea

Ultimo aggiornamento ( Sabato 21 Settembre 2013 18:55 )

 

Veglia per il Vescovo

alt

 

Esaltazione della Santa Croce 2013

alt

 

Veglia alle Stelle 2013

  alt  

Ultimo aggiornamento ( Domenica 25 Agosto 2013 07:44 )

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 7 di 15
Chiese Aperte

    

Diocesi

Beni Culturali
Educat

Abstract

Donazioni

Banco Alimenti

Bibbia online

Santo oggi

 

Liturgia Ore

Calendario Lit
Liturgia oggi

Quiz Bibbia
Almanacco CEI

Bibbia Edu